7 luglio – “Permettere ai dottori agronomi e forestali, agli agrotecnici laureati e ai periti agrari di poter redigere le perizie tecniche per accedere al credito d’imposta Agricoltura 4.0. È quanto prevede un emendamento del MoVimento 5 Stelle presentato al Dl Semplificazioni e Governance del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)”. Lo dichiara il deputato Giuseppe L’Abbate, esponente M5S in commissione Agricoltura.
Con la Legge di bilancio 2020 – prosegue -, infatti, abbiamo esteso i benefici connessi al credito d’imposta 4.0 anche alle azioni di investimento svolte dalle aziende agricole. Per accedere al beneficio, le imprese devono produrre una perizia asseverata che, a oggi, può essere rilasciata solo da un ingegnere o da un perito industriale, iscritti nel rispettivo albo professionale. Riteniamo, però, che le aziende agricole debbano poter contare su figure che meglio conoscono le caratteristiche del comparto primario e, pertanto, con la nostra proposta normativa estendiamo la possibilità di poter richiedere la perizia anche ai dottori agronomi e forestali, agli agrotecnici laureati e ai periti agrari”.
L’auspicio è che l’emendamento raccolga il favore delle altre forze politiche affinché le imprese agricole possano continuare ad avvalersi dei propri professionisti di fiducia anche per le pratiche per accedere al credito d’imposta 4.0” conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *